fBB 11 gennaio 1947

11 gennaio 1947

La scissione di Palazzo Barberini

La scissione di Palazzo Barberini Nelle elezioni politiche del 1946 il Partito Socialista si conferma il primo partito della sinistra, superando il Partito Comunista Italiano.
Dura poco l’unità del Partito Socialista. Il 21 novembre 1946 in una intervista al Giornale d’Italia Giuseppe Saragat (che l’Avanti! dileggia come se fosse un agente della borghesia) rompe gli indugi. Parla di due modelli inconciliabili: quello staliniano e quello socialdemocratico. Il 22 dicembre 1946 Saragat su l’Avanti! accusa Nenni di avviare il PSIUP lungo la china insaponata che lo fa scivolare verso l’assorbimento nel Partito Comunista. A Saragat risponde Lelio Basso invitando il Partito Socialista a non preoccuparsi degli autonomisti perché il congresso fissato per i primi di gennaio del 1947 avrebbe preso coscienza di sé come partito moderno. Più che la sconfitta del riformismo come prassi politica, il Congresso del PSIUP avrebbe segnato il distacco definitivo da tutte le concezioni e dai passati metodi organizzativi e propagandistici propri delle vecchie socialdemocrazie prefasciste. Il congresso unitario non si fa; gli autonomisti prendono il nome di Partito Socialista dei Lavoratori Italiani (PSLI) ed i fusionisti chiamano il proprio, Partito Socialista Italiano (PSI).
La rottura avviene sulla scelta delle alleanze a livello internazionale e sui rapporti con il PCI, senza immediate conseguenze sul tessuto unitario della CGIL.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000