fBB 12 dicembre 1969. La strage di Piazza Fontana

12 dicembre 1969. La strage di Piazza Fontana

Strage Piazza Fontana Giorno tragico e importante. Il Senato approvò lo Statuto dei diritti dei lavoratori. Era il primo via libera al riconoscimento di una diversa civiltà nei rapporti di lavoro.
Ma quel giorno viene ricordato per la strage di Piazza Fontana. Una bomba innescata in un timer dentro una cassetta di metallo camuffata e piazzata nel centro del salone della Banca del’Agricoltura in pieno centro a Milano, esplode e provoca la morte di 16 persone, ferendone altre 90. L’atto terroristico avvenne poco dopo le 16. “Il sangue invadeva tutta la sala” riferì un attonito testimone precipitatosi sul posto dopo lo scoppio. Rimase inesplosa invece un’altra carica ritrovata in una valigetta alla Banca Commerciale di Piazza della Scala. Non solo: a Roma un ordigno esplose alla Banca Nazionale del Lavoro a Via Veneto provocando 16 feriti, altre due bombe esplosero all’Altare della Patria e al Museo del Risorgimento senza conseguenze. Un’ondata di sdegno, di emozione, ma anche di grande preoccupazione attanagliò il Paese.
A Milano si strinsero attorno alle bare trecentomila cittadini che chiedevano giustizia. Ma le vicende giudiziarie delusero questa domanda di verità e di risarcimento morale.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000