fBB Il coraggio della protesta di Anna Walentynowicz

Il coraggio della protesta di Anna Walentynowicz

Walentynowicz Anna Walentynowicz chi si ricorda questa donna?
Eppure ha avuto un ruolo importante nella storia del novecento.
Siamo nell’estate del 1980 e la Polonia è imperversata da un malcontento generale.
Il regime comunista cerca in tute le maniere di controllare la situazione.
Certo l’elezione di Papa Giovanni Paolo II, Carol Wojtyla, ha dato ancora più coraggio alla protesta, alla voglia di cambiamento, al desidero di liberta’.
Il licenziamento appunto di Anna Walentynowicz, un’operaia dei cantieri navali Lenin, fu la goccia che fece traboccare il vaso.
All’alba del 14 agosto scoppiarono gli scioperi ai cantieri Lenin di Danzica. Fu votata l’occupazione.
La solidarietà ad Anna fu totale
Da lì la storia non fu più uguale.
Lech Walesa, Solidarnosc, Danzica e tutti gli operai della Polonia da quel 14 agosto 1980 divennero uno di noi. Divennero il simbolo dei valori della democrazia
Divennero un simbolo ed il simbolo fu proprio una semplice gruista di un cantiere Anna Walentynowicz.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000