fBB Il rastrellamento del ghetto di Roma

Il rastrellamento del ghetto di Roma

Oltre 1000 deportati, tornarono in sedici

In ricordo del rastrellamento Era l’alba di sabato 16 ottobre 1943. Le SS entrano in massa nelle strade del Portico d’Ottavia al ghetto di Roma e rastrellano oltre 1000 persone. Due giorni dopo dalla stazione Tiburtina partiranno 18 vagoni piombati diretti ad Auschwitz con il carico umano per un viaggio senza ritorno. Quindici uomini e una donna torneranno a casa, mentre tutti gli altri, compresi 200 bambini, vedranno finire la loro vita in Polonia.
Ieri alle ore 18:30 da Piazza Santa Maria in Trastevere fino al quartiere ebraico migliaia di romani hanno marciato per non dimenticare, seguendo l’iniziativa organizzata ogni anno la Comunità di Sant’Egidio e la Comunità Ebraica di Roma per ricordare insieme quel tragico giorno.
Un "pellegrinaggio della memoria" perché tutti, soprattutto le giovani generazioni, non dimentichino la tragedia della deportazione avvenuta durante l’occupazione nazista.

FOTOGALLERY

Il rastrellamento

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000