fBB Inaugurazione al pubblico del British Museum di Londra

Inaugurazione al pubblico del British Museum di Londra

Era il 15 gennaio 1759

Marmi Elgin Il British Museum di Londra è uno dei musei più famosi di tutto il mondo. Nacque nel 1753 per volontà di Sir Hans Sloane, uno scienziato che, nel corso della sua vita, aveva collezionato una quantità invidiabile di oggetti artistici e letterari. Inizialmente infatti il British Museum non si incentrava soltanto sull’antichità, l’archeologia e la storia delle culture, ma era stato pensato come un "museo universale", tanto che lo si poteva paragonare quasi ad una sorta di "Wunderkammer", la stanza delle meraviglie che aveva affascinato tanti sovrani del passato e di quello stesso periodo. La collezione di Sloane constava di più di 71.000 pezzi, tra cui libri, manoscritti e pezzi di storia naturale. Quando venne fondato nel 1753, il museo era formato da due biblioteche: la Cottonian Library e la biblioteca Harleiana. Due anni dopo si aggiunse la Royal Library. Il British Museum è stato il primo museo nazionale a Londra, quindi non era più sotto la proprietà del re. Inoltre già dal 1810 era aperto al pubblico gratuitamente e lo è ancora oggi. Con il passare degli anni la collezione si arricchì di pezzi straordinari, come i bellissimi "marmi Elgin", ossia i marmi che decoravano i fregi e il timpano del Partenone, che il conte Thomas Bruce, VII conte di Elgin, fece portare a Londra dopo che nell’Ottocento era stato sull’Acropoli per condurre scavi archeologici insieme ad un’equipe di esperti.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000