fBB Italo Viglianesi ci lasciava 23 anni fa

Italo Viglianesi ci lasciava 23 anni fa

Tra i fondatori e primo Segretario generale della Uil, Viglianesi viene ancora ricordato come il più tenace sostenitore della necessità di un pluralismo sindacale non limitato ai riferimenti cattolici o massimalisti.

Viglianesi e Benvenuto La figura di Viglianesi risulta essere ancora un grande punto di riferimento per la Uil, i suoi iscritti e i suoi dirigenti. Gli anni pionieristici del pluralismo sindacale nato nel secondo dopoguerra con le scissioni dalla Cgil unitaria, lo hanno visto come protagonista indiscusso della nascita e della conferma organizzativa e politica di un sindacato, la Uil (nata il 5 marzo del 1950), capace di accreditarsi tra i lavoratori come una forte alternativa tra la tradizione massimalista rappresentata dalla Cgil e la tradizione cattolica rappresentata dalla Cisl (nata il 1° maggio del 1950).
Questa tenace convinzione, rivelatasi poi negli anni vincente, come Fondazione Buozzi abbiamo cercato di raccontarla attraverso pubblicazioni e iniziative dedicate a Viglianesi, ricordandolo non solo per la sua attività sindacale, ma anche nel suo successivo impegno politico e di governo, come Ministro dei trasporti.
E a 23 anni dalla sua scomparsa vogliamo testimoniarne l’attualità.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000