fBB Oggi al Cnel si parla di energia e ambiente

Oggi al Cnel si parla di energia e ambiente

La Fondazione Nenni e la Feps si confrontano per la transizione alle energie pulite

Energie alternative FEPS, la Fondazione progressista di studi europei, e la Fondazione Nenni a convegno sulla “giusta” transizione alle energie pulite.

Le due fondazioni progressiste europea e italiana hanno chiamato a riflettere sul tema personalità dell’industria e tra i maggiori esperti internazionali di settore
La decarbonizzazione delle fonti di energia punta a salvare il pianeta dal disastro del cambio climatico. Tuttavia molte decisioni sono ancora da prendere: riguardano in particolare le tecnologie da preferire e il loro costo. Tra gli interrogativi: chi pagherà soprattutto la fattura? i consumatori, le imprese, i bilanci pubblici?
E ancora: come sarà il mondo una volta ultimata la transizione? Dove si collocheranno Europa, Usa e Cina? I poveri dei paesi sviluppati e i poveri del mondo soffriranno anche il fossato energetico e la povertà energetica?
Per analizzare le prospettive e provare a rispondere a questi ed altri interrogativi la Fondazione Europea degli Studi Progressisti e la Fondazione Pietro Nenni che ne fa parte, hanno organizzato una giornata di studio al Cnel, venerdì 8 giugno, Gli organizzatori sono anche sponsor della manifestazione che la sera, ai Fori Imperiali, inaugurerà l’installazione della Giornata Mondiale degli Oceani.

Ad aprire i lavori, dopo il saluto del presidente Cnel Tiziano Treu, l’esposizione dei risultati della Ricerca che Feps e Fondazione Pietro Nenni hanno commissionato al presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli.
Alla prima sessione dedicata a “Tecnologia: quali capacità e costi”, coordinata dall’esperta Energia e Ambiente di Feps, l’inglese Charlotte Billingham, porteranno il contributo Said El Khadraoui della Commissione Europea, l’ex ministro Corrado Clini, il direttore generale di Infocamere Paolo Ghezzi, Luigi Michi responsabile di strategie e sviluppo in Terna Spa, il vice segretario generale di Eurogas Jesse Scott, e il responsabile del Regolamento europeo in Enel e rappresentante di Euroelectric Andrea Villa.

Nella sessione pomeridiana, con inizio alle 14,00, il dibattito guarderà alla “Geopolitica della transizione verso nuove energie”, e sarà diretto dal prof. Luigi Troiani, coordinatore studi e ricerche della Fondazione Nenni. Interverranno Lorenzo Alderighi di Unido, il direttore generale del Ministero dell’Ambiente e dell’Energia della Svezia Robert Andrén, Luke H. Bassett responsabile del settore Energia e Politica ambientale del Center for American Progress di Washington, Michele Governatori Presidente di European Energy Retailers, Valeria Termini Commissario dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, Xian Zhang Lei Direttore Generale Europa di State Grid Corporation Cina.
Le conclusioni sono affidate al senatore Giorgio Benvenuto, presidente della Fondazione Nenni.

ALLEGATI

Locandina del Convegno

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000