fBB Romano Prodi alla Fondazione Bruno Buozzi: Il 21 marzo esponiamo le bandiere dell’Italia e dell’Europa

Romano Prodi alla Fondazione Bruno Buozzi: Il 21 marzo esponiamo le bandiere dell’Italia e dell’Europa

Romano Prodi ha incontrato esponenti del mondo produttivo, del lavoro, del volontariato, della società civile e delle Istituzioni locali, per illustrare la proposta di indire e realizzare il 21 marzo prossimo, una giornata di esposizione delle bandiere dell’Italia e dell’Europa, da parte di tutte le forze attive e di tutti i cittadini.
L’incontro è stato organizzato dalle Associazioni che hanno raccolto l’invito di Prodi e stanno avviando la diffusione della conoscenza di questa iniziativa: Area Civica, Circolo Fratelli Rosselli, Democrazia Solidale, Fondazione A. Grandi, Koinè, Laboratorio Europa, L’Italia che verrà, Mondoperaio, Riformismo e Solidarietà.
Tutti i presenti hanno convenuto sulla necessità di dare vita ad un nuovo corso europeo, anche attraverso l’impegno dei cittadini a testimoniare l’irreversibilità della scelta di un’Europa autorevole nel mondo e socialmente orientata all’equità nel benessere, alla multiculturalità e alla legalità.
Per questo si impegnano a diffondere, in autonomia e ove possibile, con un coordinamento territoriale, l’invito a tutti i cittadini di esporre dalle proprie abitazioni, dai luoghi di lavoro, di studio, di svago, cioè ovunque, le bandiere dell’Italia e dell’Europa.

Romano Prodi ha incontrato esponenti del mondo produttivo, del lavoro, del volontariato, della società civile e delle Istituzioni locali, per illustrare la proposta di indire e realizzare il 21 marzo prossimo, una giornata di esposizione delle bandiere dell’Italia e dell’Europa, da parte di tutte le forze attive e di tutti i cittadini. L’incontro è stato organizzato dalle Associazioni che hanno raccolto l’invito di Prodi e stanno avviando la diffusione della conoscenza di questa iniziativa: Area Civica, Circolo Fratelli Rosselli, Democrazia Solidale, Fondazione A. Grandi, Koinè, Laboratorio Europa, L’Italia che verrà, Mondoperaio, Riformismo e Solidarietà. Tutti i presenti hanno convenuto sulla necessità di dare vita ad un nuovo corso europeo, anche attraverso l’impegno dei cittadini a testimoniare l’irreversibilità della scelta di un’Europa autorevole nel mondo e socialmente orientata all’equità nel benessere, alla multiculturalità e alla legalità. Per questo si impegnano a diffondere, in autonomia e ove possibile, con un coordinamento territoriale, l’invito a tutti i cittadini di esporre dalle proprie abitazioni, dai luoghi di lavoro, di studio, di svago, cioè ovunque, le bandiere dell’Italia e dell’Europa.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000