fBB Salvo D’Acquisto, il sacrificio di un carabiniere.

Salvo D’Acquisto, il sacrificio di un carabiniere.

A Palidoro, il 23 settembre 1943, a pochi chilometri a nord di Roma.

La stele dedicata al Brigadiere D’Acquisto I nazisti rastrella e si preparano a fucilare 22 civili come rappresaglia di un attentato in cui avevano perso la vita due soldati tedeschi e altri due erano rimasti feriti. Il Vice Brigadiere D’Acquisto si autoaccusa dell’attentato, pur non essendone responsabile, per salvare la vita dei ventidue prigionieri, che in effetti vengono subito liberati e scappano. Salvo D’Acquisto rimane all’interno della fossa davanti al plotone pronto a mettere in atto l’esecuzione. Prima di essere ucciso, egli lancia l’urlo "Viva l’Italia!"; quindi i tedeschi lo fucilano senza pietà. Il suo corpo viene poi ricoperto dai militari, con il terriccio scavato in precedenza. Aveva meno di 23 anni.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000