fBB Settembre 1938

Settembre 1938

La prima legge razziale fascista

La prima legge razziale fascista Nei primi giorni di settembre del 1938 avvenne una delle pagine più buie della storia del popolo italiano; la prima delle leggi razziali fasciste.
Con un decreto voluto da Benito Mussolini e dal re Vittorio Emanuele III si ordinò l’esclusione degli ebrei dalle scuole e dalle università perché “Non appartengono alla razza ariana”.
Nel Regio decreto legge del 5 settembre 1938 si sancivano «Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista» – e in quello del 7 settembre «Provvedimenti nei confronti degli ebrei stranieri»
Da lì a pochi mesi agli ebrei cittadini italiani furono tolti prima i diritti politici, poi quelli civili.
Ottant’anni sono passati.
Primo Levi scriveva : “Le leggi razziali furono provvidenziali per me, ma anche per gli altri: costituirono la dimostrazione per assurdo della stupidità del fascismo. Si era ormai dimenticato il volto criminale del fascismo (quello del delitto Matteotti per intenderci); rimaneva da vedere quello sciocco”.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000