fBB Silvano Miniati

Silvano Miniati

Son passati tre anni. Tre lunghi anni da quando improvvisamente Silvano Miniati, vice presidente della Fondazione, ci ha lasciati.
Son passati tre anni dal quel tristissimo 7 novembre del 2016.
“Fino a quando povertà, ingiustizia e profonde diseguaglianze persisteranno in questo nostro mondo, nessuno di noi potrà veramente riposare”, è un pensiero di Nelson Mandela che immediatamente associamo a Silvano. Quando vediamo dei lavoratori, dei giovani, degli anziani che si riuniscono, che discutono, che sfilano, quando vediamo garrire al vento le bandiere del sindacato, il pensiero corre a lui.
Vorremmo dirgli: “Siamo stati sottobraccio in tanti cortei, in tante manifestazioni, in innumerevoli battaglie politiche e sindacali, in estenuanti trattative, in tumultuose ed esaltanti assemblee e da quando non ci sei più sentiamo il vuoto ad ogni passo. Ci manchi Silvano. Vorremmo invece vederti come di consueto presente, sorridente, attivo, instancabile con noi e tra di noi. Come punto di riferimento. Come amico su cui poter sempre contare”.

Son passati tre anni. Tre lunghi anni da quando improvvisamente Silvano Miniati, vice presidente della Fondazione, ci ha lasciati. Son passati tre anni dal quel tristissimo 7 novembre del 2016. “Fino a quando povertà, ingiustizia e profonde diseguaglianze persisteranno in questo nostro mondo, nessuno di noi potrà veramente riposare”, è un pensiero di Nelson Mandela che immediatamente associamo a Silvano. Quando vediamo dei lavoratori, dei giovani, degli anziani che si riuniscono, che discutono, che sfilano, quando vediamo garrire al vento le bandiere del sindacato, il pensiero corre a lui. Vorremmo dirgli: “Siamo stati sottobraccio in tanti cortei, in tante manifestazioni, in innumerevoli battaglie politiche e sindacali, in estenuanti trattative, in tumultuose ed esaltanti assemblee e da quando non ci sei più sentiamo il vuoto ad ogni passo. Ci manchi Silvano. Vorremmo invece vederti come di consueto presente, sorridente, attivo, instancabile con noi e tra di noi. Come punto di riferimento. Come amico su cui poter sempre contare”.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000