fBB Sotto i "cafoni" non vi è nulla

Sotto i "cafoni" non vi è nulla

Il suo mondo contadino

Ignazio Silone Un anziano bracciante, un vecchio “cafone”, fa questa amara riflessione sulla sua condizione di lavoro: “In capo a tutti c’è Dio, padrone del cielo. Questo ognuno lo sa. Poi viene il Principe Torlonia, padrone della terra. Poi vengono le guardie del principe. Poi vengono i cani delle guardie del principe. Poi nulla. Poi nulla. Poi ancora nulla. Poi, infine, vengono i cafoni. E si può dire ch’è finito”.
Ignazio Silone nacque a Pescina nella Marsica da una famiglia di piccoli possidenti il 1° maggio del 1900.
Questa sua formazione in un Abruzzo contadino non lo abbondonerà mai. Un legame ideale con la sua gente, con un mondo che seppe descrivere in maniera efficace e partecipativa.
Per ricordarlo nell’anniversario della sua morte avvenuta a Ginevra il 22 agosto del 1978 abbiamo voluto riportare una delle citazioni più significative tratta da “Fontamara” del 1933.
In queste poche righe Silone descrisse in maniera perfetta un mondo, un modo di essere, di vedere la vita che caratterizzò il mondo contadino per secoli.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000