fBB Torino. Presentazione del libro di Giorgio Merlo e Gianfranco Morgando

Torino. Presentazione del libro di Giorgio Merlo e Gianfranco Morgando

Sergio Chiamparino, Guido Bodrato, Giorgio Benvenuto, Bartolomeo Giachino, moderati dal giornalista de "La Stampa", Luigi La Spina, sono chiamati a discutere del nuovo libro di Merlo e Morgando "La sinistra sociale".

Nel composito mondo democratico cristiano la sinistra sociale ebbe un ruolo davvero particolare e del tutto originale per la sua efficace presenza e azione politica nella storia del dopoguerra dell’Italia repubblicana. Molto più di una corrente, ma una scuola politica, che ha prodotto una generazione di alte personalità pubbliche.

Giorgio Merlo e Gianfranco Morgando, esponenti di quella scuola di alta politica, ispirata e guidata per anni da Carlo Donat-Cattin hanno realizzato un’opera molto importante che fa finalmente memoria di una storia condivisa, essendo presenti molte voci di quell’area culturale, nel volume.

La sinistra sociale non nasce e non muore con il suo leader carismatico, ma con Donat Cattin esprime, negli anni tra la fine del decennio delle trasformazioni più profonde, gli anni sessanta, e gli anni Novanta un profondo impegno culturale, politico, economico e sociale davvero eccezionale rispetto ad altre componenti della storia della Dc.

Sinistra sociale e popolare, mai chiusa in un ambito ideologico di contrapposizione, ma profeticamente anticomunista, rispetto a ciò che il comunismo rappresentava nell’est Europa e nella Unione Sovietica, e anti liberista e contro un capitalismo selvaggio non regolato, proponendo una economia temperata e guidata dalla politica. Tutti i nodi sono toccati anche quelli più dolori della rottura del 1980 con la sinistra di base e morotea, con il famoso Preambolo di Carlo Donat-Cattin.

Tante storie, voci, volti, donne e uomini, personalità del mondo politico, della cultura e della società hanno fatto della sinistra sociale una storia diversa.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000