fBB Ricorre oggi la nascita dell’architetto finlandese Alvar Aalto

   03 Febbraio 2020

Ricorre oggi la nascita dell’architetto finlandese Alvar Aalto

La bellezza di una chiesa da lui progettata negli anni Sessanta a Riola di Vergato, in provincia di Bologna

Alave Aalto Era il 3 febbraio 1898 quando Alvar Alto nacque a Kuortane, in Finlandia. La sua è stata una carriera brillante, fatta di molti successi internazionali, non solo in Finlandia, ma anche a Berlino, New York e nel nord della Francia. Aalto però lavorò anche in Italia, precisamente a Riola di Vergato, un piccolo paesino in provincia di Bologna. La chiesa di Santa Maria Assunta è l’unica testimonianza dell’architetto finlandese nel nostro paese, lui che sempre aveva avuto un rapporto speciale con l’Italia. A Firenze gli è stata inaugurata un’esposizione a Palazzo Strozzi nel 1965, inoltre ricevette la laurea ad honorem al Politecnico di Milano.
La chiesa di Riola incarna in sé tutta la sua concezione architettonica: progettare edifici a misura d’uomo e in loro funzione. La struttura è stata ideata da Aalto nel 1966, ma i lavori verranno iniziati solo dieci anni dopo, nel 1976 quando l’architetto morì, sotto la direzione della moglie, Elissa Aalto. La chiesa è stata creata in modo che al suo interno (un’unica navata asimmetrica) piovesse letteralmente la luce dalle ampie vetrate continue posizionate in alto. La luce diventa così simbolo spirituale, è Dio che entra nella chiesa e benedice i fedeli che pregano. Sembra che Aalto si sia basato su quella che era la tradizione fiamminga e che probabilmente conosceva bene.
Esternamente la chiesa è molto semplice, scarna, ma le sue forme sinuose, quasi delle onde, ricordano il paesaggio e la natura finlandese, dove la luce e le forme si fondono con l’ambiente circostante.
La Chiesa di Santa Maria Assunta è l’unico esempio italiano dell’architettura di Aalto e per questo viene considerata un vero e proprio gioiello da preservare e conservare. Per questo, accanto alla struttura, è in progetto la costruzione di un museo dedicato all’architetto, in modo che la sua arte e la sua memoria non vengano perdute per sempre.

FOTOGALLERY

Aalto chiesa Bologna

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000