fBB La Fondazione Bruno Buozzi si arricchisce di nuovo materiale documentale.

La Fondazione Bruno Buozzi si arricchisce di nuovo materiale documentale.

Dopo Vittorio Botti anche Enzo Mattina, già segretario nazionale della Flm, segretario confederale Uil, parlamentare europeo e parlamentare nazionale, ci ha voluto donare il proprio archivio; materiale prezioso ed inedito che va ad arricchire ulteriormente il nostro patrimonio storico/culturale.
A cominciare dai diari degli anni che vanno dal 1976 al 1980, agli appunti ed ai documenti del periodo trascorso nei metalmeccanici dal 1973 al 1980 e del periodo confederale dal 1980 al 1983.
Materiale prezioso appunto perché arricchisce la documentazione di un periodo importante per il sindacato italiano; in particolar modo i contratti dei metalmeccanici del 1973, del 1976 e del 1979, la vicenda della ‘marcia dei quarantamila’, i rapporti tra Flm e Fiat, l’accordo sulla ‘scala mobile’.
La Fondazione ringrazia vivamente Enzo Mattina.
La sua donazioni sarà al più presto catalogata e messa a disposizione degli studiosi.

La Fondazione Bruno Buozzi si arricchisce di nuovo materiale documentale. Dopo Vittorio Botti anche Enzo Mattina, già segretario nazionale della Flm, segretario confederale Uil, parlamentare europeo e parlamentare nazionale, ci ha voluto donare il proprio archivio; materiale prezioso ed inedito che va ad arricchire ulteriormente il nostro patrimonio storico/culturale. A cominciare dai diari degli anni che vanno dal 1976 al 1980, agli appunti ed ai documenti del periodo trascorso nei metalmeccanici dal 1973 al 1980 e del periodo confederale dal 1980 al 1983. Materiale prezioso appunto perché arricchisce la documentazione di un periodo importante per il sindacato italiano; in particolar modo i contratti dei metalmeccanici del 1973, del 1976 e del 1979, la vicenda della ‘marcia dei quarantamila’, i rapporti tra Flm e Fiat, l’accordo sulla ‘scala mobile’. La Fondazione ringrazia vivamente Enzo Mattina. La sua donazioni sarà al più presto catalogata e messa a disposizione degli studiosi.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000