fBB Luigi Mariucci, giuslavorista, professore universitario, consigliere regionale in Emilia Romagna per due mandati, dove ha ricoperto anche il ruolo di assessore dal 1993 al 2000, ci ha lasciati all’età di 73 anni. Anche per lui il Covid è stato fatale.

Luigi Mariucci, giuslavorista, professore universitario, consigliere regionale in Emilia Romagna per due mandati, dove ha ricoperto anche il ruolo di assessore dal 1993 al 2000, ci ha lasciati all’età di 73 anni. Anche per lui il Covid è stato fatale.

La Fondazione Bruno Buozzi lo ricorda con grande affetto anche perché lo scorso 20 febbraio, nell’ambito delle iniziative organizzate con le Fondazioni Giuseppe Di Vittorio e Giulio Pastore in collaborazione con il Comitato per gli anniversari di intesse nazionale della Presidenza del Consiglio, per celebrare il 50° anniversario dallo Statuto dei lavoratori, tenne un’apprezzatissima relazione che si concludeva così: “…Questa è la cosa che ha fatto dello Statuto dei lavoratori la legge in assoluto con il più alto tasso di effettività, perché noi siamo pieni di bellissime leggi che non sono applicate. Penso che in questo ci sia la sostanza della modernità dello Statuto. Non a caso lo sceneggiatore del film “Sorry we missed you” di Ken Loach, che racconta le vicende di un autotrasportatore, apparentemente lavoratore autonomo, il quale ha lavorato molto sul piano dell’inchiesta sociale prima di scrivere il testo di quel film, in una recente intervista alla domanda “Ma cosa devono fare questi lavoratori per difendersi?” ha risposto “Si devono organizzare, altrimenti sono fottuti”. Più chiaramente di così è”.
Grazie Professore

La Fondazione Bruno Buozzi lo ricorda con grande affetto anche perché lo scorso 20 febbraio, nell’ambito delle iniziative organizzate con le Fondazioni Giuseppe Di Vittorio e Giulio Pastore in collaborazione con il Comitato per gli anniversari di intesse nazionale della Presidenza del Consiglio, per celebrare il 50° anniversario dallo Statuto dei lavoratori, tenne un’apprezzatissima relazione che si concludeva così: “…Questa è la cosa che ha fatto dello Statuto dei lavoratori la legge in assoluto con il più alto tasso di effettività, perché noi siamo pieni di bellissime leggi che non sono applicate. Penso che in questo ci sia la sostanza della modernità dello Statuto. Non a caso lo sceneggiatore del film “Sorry we missed you” di Ken Loach, che racconta le vicende di un autotrasportatore, apparentemente lavoratore autonomo, il quale ha lavorato molto sul piano dell’inchiesta sociale prima di scrivere il testo di quel film, in una recente intervista alla domanda “Ma cosa devono fare questi lavoratori per difendersi?” ha risposto “Si devono organizzare, altrimenti sono fottuti”. Più chiaramente di così è”. Grazie Professore

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000