fBB 140 anni fa, il 31 gennaio del 1881, nasceva a Pontelagoscuro, Ferrara, Bruno Buozzi: il Padre del sindacato italiano

140 anni fa, il 31 gennaio del 1881, nasceva a Pontelagoscuro, Ferrara, Bruno Buozzi: il Padre del sindacato italiano

Bruno Buozzi appartiene alla storia di tutto il movimento sindacale; si è sempre battuto per l’unità del mondo del lavoro; non si è mai rassegnato né alla divisione politica né a quella sindacale. È il protagonista dell’unità sindacale, non ha mai incoraggiato scissioni. Aveva l’orgoglio delle sue idee e sapeva che solo in un sindacato unitario si potevano realizzare.
Bruno Buozzi tirava fuori il meglio dal mondo del lavoro: coraggio, senso etico dell’impegno civile, nobili ideali, sacrificio. La sua vita, come quella di Di Vagno, di Matteotti, dei Rosselli, di Colorni, crudelmente spezzata prima del tempo, resta la migliore testimonianza di quelle virtù senza tempo.

Oggi che è il suo compleanno lo ricordiamo ancor più con riconoscenza
Ecco l’atto di nascita, datato 4 febbraio 1881

Bruno Buozzi appartiene alla storia di tutto il movimento sindacale; si è sempre battuto per l’unità del mondo del lavoro; non si è mai rassegnato né alla divisione politica né a quella sindacale. È il protagonista dell’unità sindacale, non ha mai incoraggiato scissioni. Aveva l’orgoglio delle sue idee e sapeva che solo in un sindacato unitario si potevano realizzare. Bruno Buozzi tirava fuori il meglio dal mondo del lavoro: coraggio, senso etico dell’impegno civile, nobili ideali, sacrificio. La sua vita, come quella di Di Vagno, di Matteotti, dei Rosselli, di Colorni, crudelmente spezzata prima del tempo, resta la migliore testimonianza di quelle virtù senza tempo.   Oggi che è il suo compleanno lo ricordiamo ancor più con riconoscenza Ecco l’atto di nascita, datato 4 febbraio 1881

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000