fBB 700° Anniversario della morte di Dante Alighieri

700° Anniversario della morte di Dante Alighieri

Il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia l’assemblea della Repubblica Cispadana decretò che il bianco, il rosso e il verde fossero adottati come i colori della bandiera nazionale.
Una scelta che alcuni studiosi hanno voluto far riferimento appunto a Dante.

Il primo è una terzina dedicata a Beatrice (Purgatorio. XXX, 31-33):
«[…] Sovra candido vel cinta d’uliva
donna m’apparve, sotto verde manto
vestita di color di fiamma viva».
Secondo alcune interpretazioni, i colori del velo, del manto e della veste alludono alla fede, alla speranza ed alla carità: «le quali tre virtù sono solo della Teologia, e per questo sono dette teologiche».

Il secondo è in Purgatorio. XXIX, 121-126:
«Tre donne in giro dalla destra rota
venìan danzando: l’una tanto rossa
ch’a pena fora dentro al foco nota
l’altr’era come se le carni e l’ossa
fossero state di smeraldo fatte
la terza parea neve testé mossa;».
Anche qui le tre donne sono le virtù teologali: fede, speranza e carità.
Ma, per alcuni interpreti, queste tre virtù devono essere poste a fondamento della vita civile.

Oggi 14 settembre 2021 è il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri Il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia l’assemblea della Repubblica Cispadana decretò che il bianco, il rosso e il verde fossero adottati come i colori della bandiera nazionale. Una scelta che alcuni studiosi hanno voluto far riferimento appunto a Dante.  Il primo è una terzina dedicata a Beatrice (Purgatorio. XXX, 31-33): «[…] Sovra candido vel cinta d’uliva donna m’apparve, sotto verde manto vestita di color di fiamma viva». Secondo alcune interpretazioni, i colori del velo, del manto e della veste alludono alla fede, alla speranza ed alla carità: «le quali tre virtù sono solo della Teologia, e per questo sono dette teologiche».  Il secondo è in Purgatorio. XXIX, 121-126: «Tre donne in giro dalla destra rota venìan danzando: l’una tanto rossa ch’a pena fora dentro al foco nota l’altr’era come se le carni e l’ossa fossero state di smeraldo fatte la terza parea neve testé mossa;». Anche qui le tre donne sono le virtù teologali: fede, speranza e carità. Ma, per alcuni interpreti, queste tre virtù devono essere poste a fondamento della vita civile.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000