fBB È improvvisamente deceduto Aldo Forbice

È improvvisamente deceduto Aldo Forbice

Un grande dolore ha colpito in queste ultime ore la Fondazione Bruno Buozzi, è improvvisamente deceduto Aldo Forbice.
Con lui proprio in queste ultime settimane stavamo correggendo le bozze per la ristampa di un suo importantissimo saggio su Bruno Buozzi: “La forza tranquilla”, un impegno a cui si stava dedicando con quella professionalità, quella passione che è stata sempre il filo conduttore di tutta la sua vita professionale.
Un grande giornalista che nella Uil, guidata da Giorgio Benvenuto, ha diretto “Lavoro Italiano” trasformandolo poi in “Lavoro e Società”.
Lo ricordiamo animatore appassionato del premio “Walter Tobagi” organizzato dalla Uil nella seconda metà degli anni ottanta
La notorietà nazionale la ottenne in Rai, più precisamente con la trasmissione radiofonica del Giornale Radio Uno Zapping, che per ben diciotto anni, dal 1994, condusse ogni pomeriggio.
Socialista, studiò a fondo la storia dei socialisti nel sindacato italiano.
Saggista, storico del lavoro, autore di numerosissimi saggi lascia un gran vuoto nella cultura italiana.
Ci mancherai Aldo.

Un grande dolore ha colpito in queste ultime ore la Fondazione Bruno Buozzi, è improvvisamente deceduto Aldo Forbice. Con lui proprio in queste ultime settimane stavamo correggendo le bozze per la ristampa di un suo importantissimo saggio su Bruno Buozzi: “La forza tranquilla”, un impegno a cui si stava dedicando con quella professionalità, quella passione che è stata sempre il filo conduttore di tutta la sua vita professionale. Un grande giornalista che nella Uil, guidata da Giorgio Benvenuto, ha diretto “Lavoro Italiano” trasformandolo poi in “Lavoro e Società”. Lo ricordiamo animatore appassionato del premio “Walter Tobagi” organizzato dalla Uil nella seconda metà degli anni ottanta  La notorietà nazionale la ottenne in Rai, più precisamente con la trasmissione radiofonica del Giornale Radio Uno Zapping, che per ben diciotto anni, dal 1994, condusse ogni pomeriggio. Socialista, studiò a fondo la storia dei socialisti nel sindacato italiano. Saggista, storico del lavoro, autore di numerosissimi saggi lascia un gran vuoto nella cultura italiana. Ci mancherai Aldo.

Fondazione Bruno Buozzi

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

 

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Bruno Buozzi con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta che lo Stato affida alle organizzazione di promozione sociale - ma aiuterai noi a finanziare progetti tesi a favorire gli studi sul sindacalismo promuovendone apposite iniziative.

Come fare? È davvero semplice...

• Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico
• Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..."
• Indica il codice fiscale della fondazione: 97290040589
• Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000